Lezione speciale di Aikido presso Villa Mergè

È stato un evento speciale quello di sabato scorso. Dopo oltre un anno di pandemia in cui le occasioni di praticare l’Aikido si sono ridotte drasticamente, ci siamo ritrovati, in tanti tra gli aikidoka romani dell’Associazione Aiko, a praticare insieme in un luogo incredibilmente evocativo: Villa Mergè a Frascati.

aikido presso villa mergèResidenza estiva per la nobiltà romana, rifugio dalla calura e dall’aria malsana che rendono invivibile Roma nei mesi estivi, Villa Mergè è il luogo dove Salvatore Mergè, colui a cui la nostra ASD rende omaggio, trascorreva l’estate romana tra l’ombra dei pini e degli ulivi e nella frescura delle ampie stanze dagli alti soffitti.

Salvatore Mergè, esoterista, orientalista, pittore e diplomatico italiano in missione come addetto culturale presso l’Ambasciata d’Italia a Tokyo dal 1937 al 1943, fu il primo occidentale a essere accettato nel Kobukan Dojo di Morihei Ueshiba a Ushigome.
Mergé fu anche il primo a insegnare Aikido fuori dal Giappone a partire dal 1947, quando diede lezioni dell’arte allora del tutto sconosciuta, a pochi selezionati nella città di Roma, facendo dell’Italia il primo paese straniero in assoluto a conoscere l’Aikido.

Oggi il pronipote di Salvatore, Patrizio Mergè, ci ha invitato, in memoria del prozio, a praticare nel parco della Villa dandoci la possibilità di entrare in risonanza con l’atmosfera che avvolgeva Salvatore Mergè nella sua pratica personale.

Patrizio e la villa hanno accolto con gentilezza il nostro allenamento guidato per l’occasione dai M° Renato Tamburelli e Silvio Giannelli.

L’esperienza è stata rinvigorente e rigenerante: una boccata d’aria fresca dopo questi mesi difficili.

La promessa è quella di ripetere l’evento a settembre per aprire sotto buoni auspici il nuovo ciclo di pratica 2021/2022.

A seguire alcune foto scattate durante la mattinata, mentre per saperne di più su Salvatore Mergè qui i ricordi del M° Stefano Serpieri e qui un articolo di Simone Chierchini.

 

Foto di gruppo
Il dojo Salvatore Mergè con il nostro gentile ospite.